Invito alla lettura


I compiti di spagnolo
di Anna Maria Siciliano

Home Catalogo

Mario LiviMario Livi è nato e vive a Miranda. Appassionato della storia di questo paese, ha trascritto, con l’amico Giovannino Baratta, tutte le ...

Giovannino BarattaGiovannino Baratta è nato a Ostigliano di Perito (SA) e vive a Terni. Appassionato della storia di Miranda, ha trascritto, con l’amico Mario ...

Gli autori
Inviti alla lettura
Le cartoline satiriche di Giovanni Meschini a Terni durante la I Guerra Mondiale

Cento anni fa, a Terni: vigilia della Prima Guerra Mondiale. Un giovane professore di Disegno e Calligrafia, romano d’origine ma ternano di adozione, Giovanni Meschini, dà ...

Ultime pubblicazioni
Lo chiamavano Melampo

Il fortuito ritrovamento di una specifica pistola collega tra di loro le indagini su alcuni casi delittuosi apparentemente privi di connessione. Il Maresciallo dei carabinieri Aristide Curioni collaborando con un ispettore ...

Autore:

Pagine:

Anno:

278

Genere:

2020

I compiti di spagnoloI compiti di spagnolo


di Anna Maria Siciliano


Scrivere un libro di memorie è un’operazione in apparenza semplice ma in realtà estremamente complessa. Non basta dare voce a persone e fatti che sono rimasti dentro di noi e che, a volte, per una ragione qualunque – un nome, un’immagine – vengono in superficie carichi, si direbbe, di tutte le emozioni che suscitarono. Ci vuole anche la capacità di “leggerli” con la saggezza dell’oggi, di coglierne il senso e il valore che essi hanno avuto e hanno per la nostra vita, il loro posto nella storia.

Anna Maria Siciliano ha in larga misura questa capacità, unita a una “leggerezza” nel narrare che rende la lettura del libro un’esperienza gradevolissima. L’immagine di una città di provincia - Viterbo – e di una famiglia di antiche origini – la sua – nel periodo a cavallo della seconda guerra mondiale, che coincide con l’infanzia, l’adolescenza e la prima giovinezza dell’autrice, viene fuori da queste pagine con forza e immediatezza. Il lettore è attratto dalla potenza evocativa delle immagini, dalla lucidità dello sguardo con cui l’autrice rappresenta la vita, sia familiare che sociale e cittadina, i modi di pensare e di essere di un mondo che, per gli enormi cambiamenti intervenuti nella seconda metà del secolo scorso, è ormai perduto per sempre.

Vai alla scheda del libro nel catalogo

Vi invitiamo alla lettura di...