Invito alla lettura


Storie di Narnia. Il Conte d'Africa
di Cristiano L. Kustermann

Home Catalogo

Giovanni B. CrispoltiGiovanni Battista Crispolti, romano di origini umbre, laureato in lettere classiche e filosofia (Roma, La Sapienza), è stato autore di libri ...

Paolo D'AmbrosioPaolo D’Ambrosio, nato nel 1942, ingegnere, dopo aver lavorato come dirigente d’azienda, appassionato di storia e poesia, in pensione ha ...

Gli autori
Inviti alla lettura
Le impossibili avventure dello Scarpone Gigione e del Calzino Puzzino

Uno scarpone, un calzino, una ciabattina, una piccola rapa e alcune carote sono tra i protagonisti del delizioso libretto di Viviana Sgorbini, giovane mamma che ha deciso di ...

Ultime pubblicazioni
España!

La guerra civile spagnola, a ottanta anni dal suo svolgimento, è oramai sconosciuta alle nuove generazioni italiane. Della guerra che insanguinò la Spagna tra il 1936 e il 1939 e che vide anche la partecipazione del nostro ...

Autore:

Pagine:

Anno:

64

Genere:

2018

Storie di Narnia. Il Conte d'AfricaStorie di Narnia. Il Conte d'Africa


di Cristiano L. Kustermann


Milleseicento anni sono un balzo molto lungo da compiere quando si vuole tornare indietro nel tempo alla ricerca di un mondo che può sembrare perduto ma non lo è. Eppure Cristiano Lorenzo Kustermann – che condivide con illustri predecessori tedeschi la passione per la storia romana – riesce con disinvoltura nell’impresa e il suo libro “Il Conte d’Africa” ha la vivacità e l’immediatezza di una cronaca dei nostri tempi.

L’impero romano d’Occidente vive la crisi che porterà tra breve alla sua caduta. Crisi economica e sociale, favorita dall’inettitudine di Imperatori come Onorio che siedono sul trono senza alcun potere. Mentre padroni della situazione sono avventurieri come Eracliano - protagonista della storia - che dopo aver assassinato Stilicone si fa proclamare imperatore e decide di marciare su Ravenna e deporre Onorio.

Ha così inizio l’avventura del Conte d’Africa - Eracliano, appunto - che si snoda tra Cartagine e varie altre località del Lazio e dell’Umbria, in un crescendo di colpi di scena che conducono il lettore tra ex gladiatori, schiavi ribelli, etruschi nostalgici, accomunati dal desiderio di rivalsa nei confronti di un Impero che non li difende più.

L’autore ha saputo unire al rigore della ricerca storica, che gli permette di rappresentare luoghi e fatti in modo puntuale, il gusto della narrazione creando un romanzo storico in cui la finzione è finalizzata alla ricostruzione della verità.

Vai alla scheda del libro nel catalogo

Vi invitiamo alla lettura di...