Invito alla lettura


Alarico
di Giovanni B. Crispolti

Home Catalogo

Paola RinaldiNata a Roma, giovanissima si avvicina al mondo dello spettacolo e conosce la popolarità televisiva provandone un immediato rifiuto. Approda ...

Rita LicitraRita Licitra, dopo aver conseguito la Maturità Classica a Ragusa, città natìa, ha proseguito gli studi letterari presso la Facoltà di Lettere ...

Gli autori
Inviti alla lettura
L'impresa di Orazio Nucula Ternano

Il millecinquecento fu uno dei secoli più movimentati della storia europea dal punto di vista militare e politico: la lunga lotta tra Francesco I e Carlo V, cui parteciparono ...

Ultime pubblicazioni
Tante Religioni

Una sintetica panoramica delle principali religioni del mondo, per accrescere la consapevolezza della propria appartenenza, la stima ed il rispetto reciproco e favorire il dialogo. Presupposti indispensabili per scoprire e ...

Autore:

Pagine:

Anno:

130

Genere:

2019

AlaricoAlarico


Il sogno tradito

di Giovanni B. Crispolti


Di Alarico, re dei Visigoti, ricordiamo tutti il sacco di Roma, uno dei tanti che barbari di vario genere, Galli, Unni, Goti fino ai più “moderni” lanzichenecchi, inflissero alla capitale dell'impero romano e, poi, della Chiesa. Ma chi era Alarico? Quali sentimenti, di odio, rabbia, speranza, lo indussero a un atto che appare tanto più feroce perché i barbari che lo compirono erano convertiti al cristianesimo? Il libro di Giovanni B. Crispolti prova a spiegarcene le ragioni ripercorrendo la vicenda del capo goto, fino alla sua morte. Il libro non è un saggio, come avverte il risvolto di copertina, ma un vero e proprio romanzo storico che ci fa rivivere, insieme alle battaglie e agli spostamenti di un popolo sostanzialmente ancora nomade, il difficile rapporto, di odio ed amore, che Alarico ebbe con Roma.

La storia si colloca nel momento culminante della crisi dell'impero romano d'occidente, del suo inarrestabile declino che si concluderà con la caduta. Decisivo in questa vicenda il ruolo giocato dai barbari, sia da quelli nuovi che da quelli ormai divenuti cittadini romani perché stabilmente residenti entro i confini dell'impero.

Il libro si legge con interesse anche da parte di chi non ha particolari conoscenze storiche. Chiunque abbia normale curiosità per il passato, soprattutto per quello che ci tocca più da vicino, potrà trovarvi motivi per una conoscenza più approfondita della nostra storia presente.

Vai alla scheda del libro nel catalogo

Vi invitiamo alla lettura di...